Image Alt

artibel srl

fico dottato di cosenza

L’azienda è specializzata nella lavorazione di Fichi di Cosenza DOP e convenzionale, qualità “Dottato” del Cosentino, il cui albero trova il suo ambiente ideale sulle colline del Cosentino Calabrese. La varietà “Dottato” si caratterizza per il suo ricettacolo carnoso, la polpa morbida e pochi semi fini.
Il cultivar “Dottato” è riconosciuto in tutto il mondo per la sua buccia color giallo paglierino e il suo profumo inconfondibile. Un frutto nutriente, energetico, ricco di fibra, sali minerali e proteine. La zona di produzione dei Fichi di Cosenza DOP interessa parte del territorio delle province di Cosenza e Catanzaro, nella regione Calabria, in particolare comprende tutta la valle del fiume Crati e il versante destro del bacino del fiume Savuto ed è rappresentata dal territorio della provincia di Cosenza compreso tra l’area montuosa del Pollino e l’area dell’Altopiano Silano. Il “Dottato” Cosentino è un frutto completo, gustoso, tonificante per l’organismo, ricco di potassio, calcio, magnesio, ferro, rame, manganese e bromo, vitamine B1, B2, A, PP e C, antispastico naturale, utili quando si soffre di colite, nausea e gonfiori addominali. Un alimento con un enorme potere antiossidante e ci permettono di ridurre al minimo l’azione dei radicali liberi, con proprietà anti-infiammatorie.
I frutti secchi provenienti dai frutteti controllati Artibel vengono selezionati rigorosamente a mano, pezzo per pezzo, e lavorati artigianalmente secondo le tecniche tradizionali con l’aiuto e il controllo delle tecnologie più innovative, applicando i sistemi di Filiera Corta del Fico “Dottato”. Partendo dalla massima qualità della materia prima a monte, l’azienda trasforma i Fichi “Dottato” in diverse forme, dalle più tradizionali alle più innovative, dalle Confetture al prodotto farcito alla Mandorla o cotto al forno, dal prodotto tal quale alle Essenze. L’azienda controlla ogni step della catena produttiva, dalla pianta al prodotto finito, assicurando trasparenza, tracciabilità e originalità, nel rispetto dei metodi di coltivazione tradizionali, del territorio di produzione e dei cicli naturali delle stagioni.